Quando il Signore Dio fece la terra e il cielo,

nessun cespuglio campestre era sulla terra,

nessuna erba campestre era spuntata perché il Signore Dio non aveva fatto piovere sulla terra

e nessuno lavorava il suolo e faceva salire dalla terra l’acqua dei canali per irrigare tutto il suolo;

allora il Signore Dio plasmò l’uomo con polvere del suolo

e soffiò nelle sue narici un alito di vita e l’uomo divenne un essere vivente.

Poi il Signore Dio piantò un giardino in Eden, a oriente, e vi collocò l’uomo che aveva plasmato.

Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse.

(Genesi 2, 4-8.15)

http://www.dreamstime.com/royalty-free-stock-photography-red-book-image25651967

 

Nell’attuale Etiopia, quasi a tagliare la regione in due,

esiste una valle molto profonda,

Rift valleylunga circa 300 chilometri e larga da 30 a 100 chilometri,

la Ethiopian Rift Valley.

rift dipinto

In questa valle si trovano fiumi, grandi laghi, cascate, sorgenti calde, vulcani attivi……

rhino-flamingos

ed un’incredibile varietà di specie animali e vegetali.

Se c’è un luogo sulla Terra, che può assomigliare al

giardino dell’Eden

è proprio questo!

http://www.dreamstime.com/stock-photo-victoria-falls-canyon-rainbow-zimbabwe-side-image37284190Ed è qui, infatti, che il lungo cammino della vita verso una maggiore complessità tira fuori il suo capolavoro, l’Homo erectus, comparso da queste parti circa 1,5 milioni di anni fa: una scatola cranica più ampia per contenere un cervello più grande e la statura eretta per recuperare gli arti superiori a nuove funzioni; magari procurarsi qualche rudimentale strumento per facilitarsi la vita oppure girarsi i pollici nei momenti di ozio. E allora? Allora niente.

per 1.000.000 di anni

non succede nulla di speciale

http://www.dreamstime.com/stock-photography-homo-erectus-fire-d-render-two-men-around-small-night-image32273302

http://www.dreamstime.com/stock-photography-chimpanzee-chimpanzees-sometimes-colloquially-chimp-two-extant-hominid-species-apes-image33773272Poi, circa 100.000 anni fa, compare un individuo veramente unico, inatteso, imprevedibile, qualcuno che cambierà drasticamente la storia del pianeta Terra:

l’Homo sapiens

che per semplicità chiameremo d’ora in poi semplicemente

Uomo

Questo Uomo porta con sé, nel suo DNA, tutto il cammino della vita;

il suo patrimonio genetico si differenzia infatti solo per pochi punti percentuali (2-5%) da quello di uno scimpanzé.

Ma quest’Uomo non deve solo crescere e moltiplicarsi, deve

governare “il giardino”

perché porta in sé

Il soffio del Creatore

ESY-001403993

A quest’Uomo piace disegnare, giocare, scrivere, comunicare con i suoi simili, ammirare un panorama, suonare ed ascoltare buona musica, riflettere su se stesso e sul senso della propria vita, seppellire con onore i propri cari, esplorare, conoscere, sperimentare, progettare ed utilizzare macchinari complessi, utilizzare simboli per esprimere idee e concetti, che non si possono toccare né disegnare.

Quest’Uomo inventerà la filosofia, la matematica, la poesia, la danza, la pittura, la scienza.

La sua creatività è sorprendente

Disegni primitivi

odia ogni routine, cerca sempre un modo diverso, un modo migliore, un modo nuovo di fare le cose. Anche se gli insegnano dei metodi efficacissimi, è pronto a metterli subito in discussione per provare, creare il “proprio” metodo ed anche quello, dopo un po’, è spinto ad aggiornarlo.

http://www.dreamstime.com/stock-images-man-body-art-conceptual-spiritual-image34645054La sua curiosità è travolgente

si pone delle domande, vuole sempre vedere cosa c’è al di là dell’orizzonte, non si ferma davanti a nessun ostacolo, trova sempre una soluzione per procedere oltre.

Se qualcuno pensa che quest’Uomo sia il prodotto del cammino cieco della materia, avrei un’obiezione da fare:

la “non utilità” biologica della maggior parte dei comportamenti umani

Dopo tanta ricerca di efficienza e di risparmio energetico la Natura, o come diavolo volete chiamare questa cosa non vedente, ha cambiato idea ed è diventata improvvisamente una sprecona?

Comunque…

in meno di 100.000 anni

quest’Uomo arriverà

in tutti i continenti

affrontando e risolvendo non solo tutti i problemi di migrazione (l’attraversamento dei mari ad esempio), ma anche nuovi problemi dovuti alle diverse temperature ed alle diverse http://www.dreamstime.com/stock-images-man-creative-energy-image20492244modalità di procurarsi il cibo.

Se 100.000 anni ti sembrano tanti, ti invito a fare questo confronto:

paragonando la durata di vita della Terra

ad una giornata di 24 ore,

l’Uomo sarebbe entrato in scena

watch

negli ultimi 2 minuti!

Ho dimenticato di dire che quest’Uomo sarà anche capace di derubare, imprigionare, uccidere i propri simili, inventando strumenti micidiali di tortura e di sterminio, ma su questo intendo tornare più avanti.

Al momento godiamoci la comparsa in scena del nostro bis-bis-bis nonsoquantevolte nonno.

Perché anche tu ed io siamo


un Uomo!

evoluzione uomo

Leave A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *