Il sole, la luna, le stelle, essendo lucenti e destinati a servire a uno scopo obbediscono volentieri.

(Baruc 6, 59)http://www.dreamstime.com/royalty-free-stock-photography-red-book-image25651967

 

Dopo il Big Bang iniziale, mentre la materia si espandeva e contemporaneamente si raffreddava, le particelle elementari andavano man mano aggregandosi per formare i primi più semplici atomi:

l’idrogeno e l’elio
 che ancora oggi costituiscono il 99% di tutti gli atomi presenti nell’Universo.

Nello spazio in espansione, queste nuvole di gas, invece di disperdersi, si compattavano sempre di più per effetto della forza di gravità, la temperatura all’interno di questi aggregati ricominciava a salire, salire finché….. hanno avuto inizio una serie di reazioni termonucleari.

Allora il cielo nero dell’Universo è stato progressivamente illuminato dall’accendersi di innumerevoli stelle: altro che fuochi artificiali, uno spettacolo straordinario, veramente degno di un Creatore!…peccato che gli spettatori non erano ancora arrivati a fare qualche foto!

fireworks

Eppure non è proprio così: ciò che possiamo vedere attualmente nel cielo è in un certo senso la storia dell’Universo. La luce partita milioni di anni fa da una stella distante milioni di anni luce giunge fino a noi, ci tocca con i suoi raggi e noi vediamo oggi la sua luce brillare, quando magari quella stessa stella si è spenta da milioni di anni!

Questa considerazione ci aiuta a comprendere  come

un evento accaduto duemila anni fa
 la prima Eucarestia celebrata da Gesù durante l’ultima Cena

possa realmente toccarci, trasformarci, non per effetto di un semplice ricordo o una commemorazione, ma proprio come un evento reale che, attraversando il tempo e lo spazio, giunge fisicamente sino a noi, esattamente come giunge a noi fisicamente la luce di una stella.

last supper

Bene. All’interno di queste stelle è avvenuto qualcosa di molto importante, che ci riguarda da vicino.

All’interno delle stelle, come in una fornace, gli atomi di idrogeno ed elio sono stati “cotti”, assemblati a formare atomi di elementi più grandi e pesanti.

All’interno delle stelle sono nati e nascono l’ossigeno, il ferro e tutti gli altri elementi chimici.

Ma a noi ora ne interessa uno in particolare:

l’atomo di carbonio

Non si può infatti cominciare a parlare di vita senza parlare di un atomo speciale, che della vita costituisce l’elemento essenziale. Sarebbe come voler parlare di oceani senza parlare dell’acqua.

Il carbonio si trova al numero 6 della tavola periodica degli elementi chimici ed è rappresentato dalla lettera C, a volte accompagnata da 4 trattini, a rappresentare la capacità dell’atomo di creare 4 legami, uno per ogni direzione dello spazio.

Questa proprietà consente al carbonio di costituire catene molecolari incredibilmente lunghe e complesse, ma soprattutto stabili.

http://www.dreamstime.com/royalty-free-stock-photos-graphene-structure-fragment-schematic-model-d-render-illustration-white-image33058818

Una volta formate, queste lunghe catene, che hanno il carbonio come spina dorsale, queste si ripiegano su se stesse assumendo forme precise, strutture tridimensionali che si adattano in modo perfetto allo svolgimento di una specifica funzione biologica.

L’emoglobina, ad esempio, la proteina che colora di rosso il nostro sangue, ha una struttura tridimensionale fatta di quattro globuli ravvicinati, ognuno munito di un “gancio” capace di afferrare l’ossigeno nei polmoni e trasportare il prezioso elemento a tutte le cellule del nostro corpo. Qualunque piccola modifica alla sua sequenza, che ne cambierebbe anche di poco la forma,  renderebbe impossibile o quanto meno molto poco efficace lo svolgimento del suo compito, con gravi complicazioni per chi ne fosse il portatore.

Il nostro atomo di carbonio si presenta in natura in almeno tre forme a tutti noi familiari:

la tenerissima grafite nelle nostre matite
 che carezza la carta su cui scriviamo, lasciando una piccola traccia di sé.

graphite2

il durissimo diamante
 simbolo prezioso di stabilità e di fedeltà, ma anche capace di incidere i materiali più solidi.

manhattan-diamond-service

– il grezzo, ma utilissimo,

carbone
 che gli uomini da secoli bruciano per riscaldarsi e produrre energia.

Carbon

Tutti gli esseri viventi contengono carbonio per quasi il 20% del loro peso, anche io e te.

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Ma torniamo ora all’interno delle stelle, dove si è verificato un evento apparentemente molto improbabile.

L’elio (il gas che si usa per gonfiare i palloncini) è un atomo stabile, basta a se stesso e non ha nessuna necessità di reagire contraendo legami con altri atomi. Per questo è conosciuto anche come gas nobile.

Eppure… nel forno stellare la temperatura è così alta e gli atomi di elio sono così ravvicinati che tre di essi si fondono: nascono così gli atomi di carbonio.

triple_alpha

Questi atomi si accumulano nel cuore di una stella finché questa, esaurito il carburante nucleare, si prepara a morire, contraendosi e lanciando nello spazio interstellare tutto il suo contenuto.

In verità, in verità vi dico: se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. Chi ama la sua vita la perde e chi odia la sua vita in questo mondo la conserverà per la vita eterna.        

(Giovanni 12, 24-25)http://www.dreamstime.com/royalty-free-stock-photography-red-book-image25651967

la morte di una stella
  miliardi di anni fa, ha consentito  che il prezioso carbonio di cui sei fatto tu arrivasse sul nostro pianeta

A volte ho visto nei film qualcuno pensare che una persona cara, una volta morta, fosse diventata una stella. Dio ha voluto che fosse il contrario, che la morte di una stella desse la vita a noi, ha voluto che noi fossimo fatti veramente da polvere di stelle!

Star explosion

Tuttavia non è esatto dire semplicemente che la stella muore, potremmo dire piuttosto che, esaurito il suo compito, la stella si apre e getta il suo prezioso contenuto nello spazio, alla ricerca di una terra fertile dove possa germogliare, dove cioè possa generarsi la vita.

http://www.dreamstime.com/royalty-free-stock-photo-ripe-pomegranate-fruit-leaves-image23680285Esattamente come un bellissimo fiore che, trasformatosi in frutto maturo, si lascia  mangiare per liberare i suoi semi, i quali, trovando il terreno adatto, a loro volta si apriranno per consentire la nascita di una nuova pianta.

Un’ultima riflessione sul Carbonio:

cosa o chi ci ricorda  questo atomo  

che la chimica                   rappresenta con una C maiuscola e 4 braccia ?

Carbonio

 simbolo della capacità di contrarre legami in tutte le direzioni dello spazio,

questo atomo che viene dalle stelle,

che assume la forma tenerissima della grafite

ma anche quella durissima e preziosa del diamante,

oppure che si consuma come carbone per donarci energia,

questo atomo che facilita la creazione di legami stabili tra un numero enorme di elementi,

questo atomo prezioso costituente fondamentale di ogni forma vivente?

Leave A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *